I cinesi di Montresor imitano i Ferrero Rocher

Di , scritto il 08 Aprile 2008

TresorLa Cina con la sua economia emergente rappresenta una minaccia per molti paesi.

Ne ha avuto prova la Ferrero s.p.a., l’azienda dolciaria di Alba, che si è ritrovata ai ferri corti con gli asiatici e ha visto risolversi la questione in tribunale dove, però, è riuscita ad avere la meglio.

La Ferrero, infatti, ha vinto la causa contro l’azienda cinese Montresor-Zhanjiagang Food accusata – giustamente – di aver contraffatto i noti cioccolatini Ferrero Rocher producendo dei dolci del tutto identici anche nel packaging, tanto da poter essere scambiati con quelli italiani. Una mossa, secondo il tribunale di Pechino, che non solo dovrà essere corretta cambiando la confezione delle praline, ma che avrà come conseguenza il risarcimento simbolico di 50 mila euro nei confronti della storica azienda italiana.

Questo non è né il primo né l’ultimo caso delle contraffazioni del “made in Italy”, un giro d’affari che, nello specifico caso del falso a tavola con l’imitazione dei generi alimentari, frutta la bellezza di 50 miliardi di euro!



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009