Fisco più semplice: come sarà il 730 precompilato

Di , scritto il 23 Giugno 2014

730Tante le novità riguardanti il fisco messe in campo dal Governo come promesso: il piatto forte è costituito dal fatto che i contribuenti riceveranno direttamente a casa un modello 730 precompilato. L’esordio del provvedimento sarà nel 2015 ma sarà necessario un periodo di sperimentazione di 2-3 anni per arrivare a regime. E’ una rivoluzione nel rapporto tra Fisco e cittadini, che interesserà circa 30 milioni di contribuenti, tra cui pensionati e lavoratori dipendenti. In pratica, il modello ricevuto sarà una sorta di CUD “rafforzato”, che conterrà anche i dati sulle detrazioni già in possesso delle amministrazioni, ad esempio quelle per i familiari a carico, i mutui e i dati sugli immobili. Per l’inserimento automatico delle spese sanitarie, invece bisognerà attendere il 2016.

Nello stesso provvedimento del Governo sono stati messi nero su bianco altri importanti punti come la richiesta dei rimborsi IVA per le aziende, per la quale non sarà più necessaria presentare una fideiussione bancaria se l’importo in questione è inferiore ai 15.000 euro.

Per le persone fisiche, si amplia la platea dei contribuenti esonerati dalla presentazione della dichiarazione di successione: il modello non dovrà essere presentato per l’eredità devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta per valori inferiori ai 100.000 euro e non comprende immobili o diritti reali immobiliari.

Con il decreto vede la luce anche il primo dei decreti attuativi che interessano la riforma del catasto, che riforma le condizioni per stimare il valore degli immobili: d’ora in poi non saranno più calcolate in base ai vani ma in base ai metri quadri.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009