Quali sono i principali tipi di rischio nei fondi comuni di investimento

Di , scritto il 29 Giugno 2012

Qualche giorno fa parlavamo della scala di rischio da 1 a 7 indicata nel nuovo KIID, il documento informativo per i sottoscrittori di fondi comuni di investimento. Chiariamo meglio che cosa significano le espressioni più comunemente usate in questo ambito:

Rischio di controparte: il fondo potrebbe perdere denaro se una delle società che stanno facendo business con questo fondo (ovvero la controparte) non vuole oppure non può onorare  nei modi e nei tempi previsti gli impegni contrattuali presi.

Rischio di credito: il prezzo dei bond cade quando si deteriora l’affidabilità/qualità dell’emittente, oppure la percezione degli investitori in questo senso nei confronti dell’emittente (quando iniziano a credere che sia improbabile per l’emittente far fronte completamente ai suoi obblighi contrattuali).

Rischio di liquidità: alcuni tipi di titoli di debito possono diventare difficili da liquidare (cioè da vendere) nei tempi previsti e a un certo prezzo.

Rischio derivati: alcuni prodotti derivati inclusi nel fondo possono aumentarne la volatilità oppure esporlo a perdite superiori al costo del derivato stesso.


3 commenti su “Quali sono i principali tipi di rischio nei fondi comuni di investimento”
  1. […] che determinano quanto un investitore viene pagato a compensazione dell’assunzione del rischio di credito intrinseco nel titolo. In pratica, il credit spread indica la differenza tra il tasso di rendimento […]

  2. GIANCARLO CASATI ha detto:

    ho acquistato nel 2014 da EURIZON CAPITAL SGR S.p.A dei fondi comuni di in vestimento, “Eurizon Cedola Attiva” Maggio 2019 garantiti? con un rischio 4…… ho da preoccuparmi?


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009