Ottimizzazione dei processi aziendali: dalla lean organization all’ICT

Di , scritto il 01 Settembre 2016

UfficioIl quadro economico attuale mette le aziende in condizione di non poter commettere errori, pena l’immediata perdita di competitività e la conseguente esclusione dal mercato. In un mondo nel quale ci si confronta con competitor su scala globale, l’efficienza dei processi aziendali rappresenta un fattore imprescindibile per la vita dell’impresa, dalla più piccola alla più grande. Per questo motivo gli sforzi delle aziende più lungimiranti sono volti a ottimizzare i processi interni di produzione e di comunicazione verso gli stakeholder, al fine di garantirsi la massima efficienza possibile.

Per raggiungere questi obiettivi, nulla dev’essere lasciato al caso e quindi vanno applicate delle strategie ben definite e collaudate, nonché utilizzati degli strumenti adatti a far sì che ogni area aziendale abbia il necessario supporto per portare a termine la propria missione.

Una delle pratiche più efficaci in questo senso è quella della lean organization, ben illustrata sul blog di TeamSystem, che si estrinseca in una serie di tecniche volte alla riduzione degli sprechi e al contempo all’aumento del valore della produzione aziendale percepito da parte dei potenziali clienti. Il modo migliore per realizzare questo tipo di sistema organizzativo è quello di valutare a monte quali siano realmente le attività in grado di generare valore aggiunto e al contempo eliminare i cosiddetti “rami secchi”, ovvero i segmenti che non portano un profitto rilevante rispetto allo sforzo necessario per mantenerli in vita.

Una volta che è stato indentificato il core business è necessario fare in modo che l’attività venga portata avanti senza interruzioni, dunque identificando ed eliminando quei fattori potenzialmente in grado di rallentare la produzione o l’erogazione dei servizi. La ricerca della velocità di esecuzione dei processi adattata a un range qualitativo di alto livello è la chiave: bisogna puntare prima di tutto a un risultato perfomante in termini di tempo, continuando poi a lavorare per conciliare la rapidità e il flusso continuo con il più alto livello qualitativo.

Una volta che si è stabilita la filosofia aziendale e si sono fissate le pratiche da portare avanti, è ovviamente necessario dotarsi del know-how e degli strumenti necessari a  garantire che questi processi vengano messi in atto. Per questo motivo nelle imprese che oggi sono sul mercato il ruolo dell’Information and Communication Technologies (meglio conosciuta anche come ICT) diventa fondamentale. Si tratta di tutte quelle attività legate alla registrazione, conservazione e diffusione dei dati, ovvero tutti i sistemi di telecomunicazione aziendale, che rendono possibile l’attuazione del ciclo di produzione piuttosto che della trasmissione delle informazioni top-down e viceversa. Il sistema di comunicazione dev’essere poi altrettanto funzionale anche nel rapporto coi clienti, riuscendo a interpretare le loro esigenze e desideri, in modo quasi istantaneo.

Avere una chiara idea della gestione aziendale, volta all’efficacia nella produzione, e un sistema di comunicazione interno ed esterno all’avanguardia sono i due pilastri imprescindibili per il successo aziendale.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009