Londra capitale della finanza: cosa serve per lavorare nella banche d’investimento

Di , scritto il 03 Dicembre 2012

Il fulcro dell’economia moderna è costituito dalle banche, colossi sovranazionali che influenzano l’andamento dei mercati globali, facendo oscillare i palazzi del potere e causando spesso ansie e tormenti agli organismi politici. E’ un mondo ormai quasi privo di barriere geografiche e politiche, dominato solo dalle leggi dello scambio, il cui cuore pulsa certamente nella terra di Albione, nella raffinata Inghilterra e precisamente in un luogo divenuto simbolo leggendario delle alterne vicende dell’economia: la City di Londra.

Lavorare a Londra, capitale della finanza, è un po’ il sogno di tutti gli appassionati di economia e finanza: la città è sede di affari che movimentano quantità indicibili di denaro, patria di contrattazioni senza fine e di grandi disegni economici. Rappresenta per gli economisti al tempo stesso un punto di arrivo e una rampa di lancio per un futuro vivace e frenetico.

Se il vostro sogno è quello di poter lavorare in una banca d’investimento, per sentire davvero sulla pelle l’aspetto più emozionante della carriera nel mondo della finanza, per provare l’ebbrezza delle montagne russe che contraddistingue la vita di chi lavora nel settore degli investimenti, per operare con sicurezza e competenza in un sistema in rapidissima evoluzione, in cui i competitor globali si giocano le sorti del mondo dell’economia, è fondamentale padroneggiare il linguaggio della finanza, conoscere la lingua utilizzata universalmente nelle contrattazioni finanziarie: l’inglese.

Le banche d’investimento richiedono ai propri dipendenti rapidità decisionale, reattività e proattività, capacità di comunicare in maniera rapida, sintetica ed efficace, per rispondere con prontezza agli stimoli del mercato. A fronte di ciò, risulta fondamentale padroneggiare pienamente l’inglese, per comprendere e farsi capire senza intoppi o indugi. La soluzione per raggiungere il più elevato livello di dimestichezza con la lingua, e conquistare la tanto ambita fluency, è indubbiamente quella di studiare l’inglese a Londra, direttamente nella culla delle decisioni della finanza mondiale, per apprendere sul campo non solo la correttezza grammaticale, il lessico impeccabile insegnato nei corsi e le specificità del linguaggio tecnico, ma anche le espressioni di uso comune e colloquiale, che conferiscono una nota di autenticità alla capacità di colloquiare in Inghilterra, servendosi anche di termini gergali.

Seguire un corso di inglese a Londra può rivelarsi un’opportunità fondamentale per presentarsi a testa alta nel mondo del lavoro, con riferimento a qualsiasi settore, ma si rivela assolutamente indispensabile nel caso in cui le ambizioni ci portino a desiderare di ambire a un ruolo in una banca d’investimento. Indipendentemente dal settore di interesse, che si tratti del corporate lending, del trade financing, della finanza d’impresa o dell’attività sul mercato dei capitali, del real estate financing, della gestione dei mutui o dei finanziamenti ibridi, apprendere la lingua in Inghilterra consente di acquisire risultati ottimi e visibili in tempi rapidi e senza i leziosismi che talvolta affliggono i corsi realizzati in maniera troppo didattica e statica.

Conoscere l’inglese in maniera colloquiale, discorsiva e scorrevole può metaforicamente consegnarvi le chiavi del mondo della finanza, è un modo per investire su voi stessi.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009