Gestione portafogli: qual è la differenza tra ‘stock picking’ e ‘sector picking’

Di , scritto il 04 Febbraio 2014

stock pickingConosciamo già la differenza tra gestione passiva e gestione attiva di fondi: nel primo caso il money manager si pone come unico obiettivo quello di replicare l’andamento dell’indice di riferimento (benchmark) prescelto e/o dell’indice di mercato in quale il fondo investe; mentre nel secondo caso il gestore sceglie, a sua discrezione e in base alle sue valutazioni, quali titoli comprare o vendere senza tentare di replicare il benchmark. Nell’ambito della gestione attiva di tipo attivo, se parlate con un gestore di un fondo o portfolio manager, è assai probabile che si identifichi come stock picker oppure come sector picker, termini dal significato relativamente trasparente per chi conosce un po’ di inglese. A grandi linee, per stock picking si intendono gli investimenti mirati su singole azioni, mentre con sector picking si indica l’investimento su un settore.

Lo stock picking è infatti la selezione dei titoli azionari da parte degli intermediari sulla base delle aspettative di rivalutazione a breve termine – per dirla in parole molto semplici, è il privilegiare alcuni titoli rispetto ad altri. Lo stock picker usa infatti principalmente criteri di stima degli utili attesi da un’azienda, a prescindere dall’andamento del settore nel suo insieme. Ovviamente, la procedura di stock picking implica sempre molte incognite, perché non esistono prove certe per determinare a priori quale sarà il prezzo di un’azione in futuro. L’analista esamina però numerosi fattori e include un margine di errore possibile nei suoi calcoli.

Il sector picking è invece la scelta (o il consiglio) di acquistare privilegiando i settori che offrono valutazioni interessanti e prospettive di utili crescenti, nella loro interezza, non mediante nomi specifici che in esso operano.

Sarà interessante sapere che mentre nel 2013 l’approccio prevalente da parte degli operatori è stato quello di sector picking, l’anno appena iniziato è considerato dai più adatto allo stock picking, in particolare in favore delle azioni di aziende europee legate positivamente all’economia statunitense.

1 commento su “Gestione portafogli: qual è la differenza tra ‘stock picking’ e ‘sector picking’”

Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009