Crisi delle famiglie italiane: la spiegazione non è così complessa

Di , scritto il 05 Dicembre 2008

euro 1In televisione, ogni sera c’è un cosiddetto esperto che spiega alle famiglie italiane medie perché non hanno un euro in tasca. Roba da mal di testa: prezzo del petrolio che sale per via della richiesta di oro nero da parte di Cina e India; speculazioni finanziarie sullo stesso petrolio; mutui americani; periodo storico. Sarà. Ma a me pare più una spiegazione della crisi internazionale. Restiamo a quanto accade in concreto in Italia. La chiave della disperazione si chiama euro, quella monetina magica che ci fa compagnia da qualche anno: primo gennaio 2002.

Vi ricordate che cos’è successo subito dopo la sua introduzione? Semplice: è scattata la terrificante equazione 1.000 lire uguale un euro. Così il potere d’acquisto si è dimezzato. State pur tranquilli, cari esperti, che anche se le su elencate disgrazie, le famiglie italiane sarebbero comunque alla canna del gas: l’euro basta e avanza per “uccidere”. Casomai, i nostri politici non hanno fatto adeguati controlli all’epoca. Ormai è tardi per scandalizzarsi e urlare alla pubblica piazza: vigileremo sui prezzi. E di certo non basterà il bonus famiglie.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009