È possibile ottenere un mutuo che copra il 100% del valore dell’immobile?

Di , scritto il 13 Giugno 2017

Per ottenere un mutuo 100% è necessario fornire all’istituto di credito delle garanzie molto solide e non solo. Scopri tutti i dettagli.

Un mutuo al 100 per cento è una particolare tipologia di finanziamento che consente di ottenere tutto l’importo necessario all’acquisto di un immobile, permettendo potenzialmente di acquistare una casa anche senza avere già da parte una quota consistente di denaro.

Poiché la legge italiana impone un limite per i finanziamenti, che non possono superare in genere l’80% del valore del bene posto in garanzia, l’unico modo per ottenere un mutuo al 100% è fornire all’istituto delle solide garanzie in merito alla propria situazione finanziaria. Dal canto loro, gli istituti che erogano un mutuo di questo tipo, proprio per tutelarsi dall’elevato rischio di esposizione, applicano delle particolari condizioni: come dei tassi di interesse più elevati e la stipula di una polizza fidejussoria, che garantisce l’intervento di una compagnia assicurativa in caso di mancato pagamento delle rate di rimborso.

I mutui al 100% erano uno strumento finanziario abbastanza comune fino ad una decina di anni fa, ma con l’avvento della crisi finanziaria la maggior parte degli istituti di credito è diventata meno propensa a concedere un finanziamento del genere proprio perché un mutuo al 100% comporta per la banca anche un rischio maggiore. Si tratta di un’operazione alla lunga molto più onerosa anche per il cliente, che si troverà di fronte a tassi di interesse decisamente più alti.

Come funziona un mutuo al 100 per cento?

Di base, un mutuo che copre per intero il valore dell’immobile non differisce molto dal classico mutuo casa all’80%. I costi del finanziamento sono gli stessi, fatta eccezione per la polizza fidejussoria. Come detto, infatti, un mutuo 100% prevede l’apertura di una fidejussione a copertura di quel 20% di denaro prestato in più rispetto alla soglia fissata dalla legge: questa comporterà un alzarsi di circa lo 0,20%-0,50% del tasso di interesse richiesto.

Se quindi la banca è disponibile a concedere questa tipologia di mutuo – eventualità, come detto, molto rara – non vi sono procedure particolari da seguire rispetto ad un finanziamento tradizionale; bisogna però essere consapevoli che, poiché per la banca è un’operazione più rischiosa, i controlli e le verifiche in fase di istruttoria saranno più approfonditi, e potrebbero venir richieste ulteriori garanzie.

Requisiti per richiedere un mutuo al 100%

Il fatto che si richieda un mutuo al 100% potrebbe essere vista come dimostrazione che non si hanno buone capacità di risparmio, non avendo a disposizione nemmeno una parte del denaro necessario per l’acquisto della casa. Perché quindi la banca accetti la richiesta è necessario poter vantare un posto di lavoro stabile, con un contratto a tempo indeterminato che garantisca un buon reddito. Si hanno ancora più possibilità se si garantisce un doppio reddito familiare, cioè se entrambi i componenti della coppia che richiede il finanziamento percepiscono uno stipendio regolare.

Ovviamente si dovrà avere un passato creditizio cristallino, e che quindi non sia stato macchiato da una segnalazione al CRIF come cattivi pagatori, altrimenti non c’è alcuna speranza di poter ottenere un qualsiasi contratto di mutuo.

Mutuo al cento per cento: pro e contro

Il grande svantaggio di un mutuo al cento per cento è il fatto che, a causa della polizza fidejussoria sul 20% del finanziamento, la banca applicherà tassi di interesse e spread maggiori di un normale mutuo: questo significa che alla lunga si potrebbe finire per pagare molto di più rispetto al reale valore dell’immobile.

Insomma, prima di accendere un mutuo di questo tipo è bene pensarci due volte, soprattutto se i trend del mercato immobiliare si muovono verso un calo dei prezzi medi. Inoltre c’è da considerare come costo in più anche il premio della polizza.

Potrebbe essere quindi una scelta intelligente valutare le varie proposte del mercato, magari usando un comparatore di tariffe come SuperMoney, che permette non solo di confrontare tutte le tipologie di mutuo proposte dalle maggiori banche ma anche di selezionare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Se però non si può fare a meno di un mutuo al 100%, un’accortezza per risparmiare nel lungo periodo potrebbe essere di optare per un piano di ammortamento più breve, ma compatibilmente all’importo della rata che bisognerà sostenere.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009