Pensioni: voi donne vi sentite discriminate?

Di , scritto il 13 Dicembre 2008

brunettaInteressante uscita del ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta. Secondo lui, le donne sono discriminate perché vanno in pensione più tardi degli uomini. La mia opinione non conta: sono un maschio. Tuttavia, reputavo che, al massimo, la discriminazione fosse verso gli ometti, che vanno in pensione più tardi del gentil sesso. Sarei curioso di sentire quel che pensano le signore, in merito.

Siete contente? Brunetta ha annunciato la creazione di un gruppo studio per valutare costi e benefici dell’invecchiamento attivo di donne e uomini, che dovranno andare in pensione tutti alla stessa età.

Non soltanto. Dice il ministro: “L’invecchiamento attivo è un bene pubblico, occorre farne rilevare la convenienza e sostenerlo con gli opportuni incentivi, e disincentivare le uscite precoci dal lavoro”.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009