Dichiarazione Sostitutiva Unica: come calcolare la giacenza del conto

Di , scritto il 18 Marzo 2015

Dichiarazione Sostitutiva UnicaQuando si parla di giacenza media si fa riferimento a una somma di denaro presente su un conto corrente o libretto di risparmio in un determinato periodo di tempo. Il calcolo della giacenza media del conto è necessario ai fini del rilascio della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), che consente l’accesso a certe agevolazioni riguardanti le prestazioni assistenziali e sostegno al reddito.

La giacenza media va indicata in effetti nel modello ISEE nella prima sezione del Quadro FC.2, “Depositi e conti correnti bancari e postali”, insieme all’indicazione del tipo di rapporto finanziario detenuto e l’ammontare del saldo contabile attivo.

Nel caso in cui la giacenza media sia superiore al saldo perché nell’anno precedente alla presentazione della domanda il contribuente ha acquistato dei beni immobiliari o mobiliari (quindi una casa o dei titoli di Stato, ad esempio), allora l’ISEE verrà calcolato sul saldo.

Calcolo giacenza media: come fare
Innanzitutto bisogna avere tutti gli estratti conto di un anno, perché servirà sommare le giacenze per ogni giorno dell’anno, ad esempio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014, e poi dividere tale somma per 365.

Le cifre che vanno sommate sono i numeri creditori (segnalati negli estratto conto anche come ‘calcolo delle competenze’, ‘calcolo degli interessi’, ‘riassunto scalare’, ‘scalare per valuta’, secondo la banca). Una volta sommati tutti i numeri creditori relativi ad un anno e dopo averli divisi per 365, si otterrà l’importo desiderato.

In caso di conti correnti cointestati, il saldo e la giacenza media sono pari al 50% se i titolari del rapporto sono due, oppure di 33,3% se sono tre, etc.

Ricordiamo che il calcolo dell’ISEE relativo al patrimonio mobiliare è obbligatorio per chi ha chiesto il rilascio della DSU, utilizzando il modello mini (la versione semplificata) o quello a moduli, nel momento in cui nel nucleo familiare sia presente una persona disabile, uno studente universitario, un contribuente che non ha l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi oppure se i genitori non sono conviventi.

Infine, ricordiamo che per individuare i conti correnti più convenienti del mercato è possibile avvalersi del servizio di comparazione gratuito e indipendente fornito da SosTariffe.it.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009