Irpef ridotta: la prova della povertà diffusa

Di , scritto il 18 Novembre 2008

poorC’è un piano cosiddetto anti-crisi messo in piedi dal Governo. È condivisibile. Qualsiasi misura di aiuto è giusta, di questi tempi. In un probabile decreto di fine della settimana, l’acconto Irpef e Ires di fine novembre verrà ridotto di uno o due punti percentuali. Sì, quello che scade il 1° dicembre. Per intendeci: l’acconto Irpef scende dal 99% al 97, quello Ires dal 100 al 97.

È la prova che siamo conciati malissimo. Infatti, nel saldo di giugno 2009, bisogna poi dare quello che non s’è versato nell’acconto di fine novembre 2008. Dovrebbero averne diritto soltanto le persone con reddito medio-basso.

È una boccata d’ossigeno. Drammatica.

[foto via flickr.com/photos/hape_gera]



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009