Conti correnti con interessi negativi? Succede in Germania

Di , scritto il 19 Novembre 2014

interessi negativiSin dallo scorso 1° novembre, la Deutsche Skatbank propone ai propri clienti un tasso di rendimento negativo per i soldi depositati nel conto corrente sopra i 500mila euro: questo vuol dire che, anziché ottenere un rendimento per le somme depositate sul conto, è il cliente a pagare una percentuale all’istituto di credito.

Così, si aggiunge una nuova spesa che i clienti privati devono sostenere per parcheggiare i loro risparmi nella banca, che in questo caso è proporzionale alle somme depositate.

E’ una conseguenza di ciò che succede attualmente alle banche dell’Eurozona, le quali, dopo che la BCE ha portato a -0,2% il tasso sui depositi, devono pagare alla banca centrale per depositare i loro denaro. La misura, come è prevedibile, punta a incentivare gli istituti di credito a mobilizzare la propria liquidità rendendola disponibile alle famiglie, piuttosto che collocarla presso la BCE per ottenere un profitto.

L’applicazione di tassi negativi dalle banche in effetti non è una novità: da molto tempo alcuni istituti di credito si fanno pagare nell’ambito di operazioni con collaterale, come la Royal Bank of Canada o la Bank of New York.

Per adesso in Italia nessuna banca prevede tassi d’interesse negativi per i conti correnti, sebbene è vero che alcuni istituti offrono una remunerazione piuttosto bassa con commissioni elevate. Quando si verifica questa situazione, è bene cambiare banca scegliendo le migliori tra le innumerevoli proposte attualmente sul mercato.

Ai fini di identificare i conti correnti più remunerati e i migliori prodotti d’investimento, rimandiamo al lettore al portale di SosTariffe.it per confrontare i conti correnti seguendo questo link.


1 commento su “Conti correnti con interessi negativi? Succede in Germania”
  1. Claudio ha detto:

    Succede in Germania ma anche in Lussemburgo e a breve tocca alla Francia https://www.goldbroker.it/news/tassi-interesse-negativi-nelle-vostre-banche-655
    Infatti tutte le banche europee sono a rischio. Che vergogna…


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009