Cessione del quinto: un prestito a portata di mano

Di , scritto il 20 Novembre 2019
cessione del quinto

Negli ultimi anni si è spesso letto o sentito parlare della cessione del quinto. Termine tecnico in campo economico, che ci ha molto spesso lasciati interdetti e parecchio confusi.

Per prima cosa è dunque necessario comprendere appieno cos’è la cessione del quinto e come funziona.

Innanzitutto quando si usa il termine cessione del quinto ci si sta riferendo a un prestito a tasso fisso, cioè con un tasso di interesse stabilito al momento della sottoscrizione del tal contratto che non subirà mai variazioni nel tempo, rimanendo così inalterato.

La grande differenza rispetto ad altri tipi di tassi risiede nella possibilità che chiunque possa richiederlo purché provvisto di una busta paga assicurata. Questo fattore include sicuramente dipendenti pubblici, privati e pensionati INPS.

La busta paga o, nel caso dei pensionati, l’assegno pensionistico, rappresenta in questo modo la garanzia alla cessione del quinto e, da questi, ogni mese verrà prelevata la quota stabilita inizialmente.

Allora perché si parla di cessione “del quinto”?

Perché questa quota viene calcolata al massimo proprio in un quinto dello stipendio netto del richiedente.

Naturalmente la vita è imprevedibile quindi è possibile che si perda il lavoro o che accadano eventi spiacevoli come malattie o decessi; per questa ragione il richiedente è obbligato a sottoscrivere un’assicurazione che provveda alla copertura dell’importo dovuto, in quegli sfortunati casi in cui non è possibile occuparsi del pagamento. Di conseguenza, anche il giro economico relativo alle assicurazioni cresce al crescere dell’utilizzo della cessione del quinto.

Velocità di erogazione, assicurazione importante, rata trattenuta nella busta paga o nell’assegno pensionistico e tasso fisso per tutta la durata del prestito: grazie ai punti chiave di questo tasso di prestito, il successo è garantito.

Inoltre bisogna pensare alla comodità del rimborso: viene direttamente e automaticamente trattenuta la rata mensile dallo stipendio, niente più bollettini o ritardi nei pagamenti!

Ovviamente è bene considerare i tassi di interesse su questo prestito, dato che anch’essi sono risultati in crescita nel corso del 2019. Sono previsti piani personalizzati modulati sulle esigenze e le caratteristiche di chi ne fa richiesta. 

A fronte di tutto ciò è importante informarsi approfonditamente prima di scegliere la cessione del quinto.

Tra le tante soluzioni, una delle più valide è rivolgersi per la cessione del quinto a Signor Prestito, unica finanziaria specializzata esclusivamente in questa tipologia di tasso di prestito.

SignorPrestito si occupa della cessione del quinto in maniera del tutto personalizzata, che tu sia un dipendente statale o privato, che tu voglia un anticipo del TFS o che sia già pensionato.

Per la categoria pensionati INPS o INPDAP SignorPrestito ha riservato particolari attenzioni garantendo grandi vantaggi a tutti i pensionati che vogliamo richiedere un finanziamento.

In particolare, grazie alla Convenziona INPS, i tassi per i pensionati sono agevolati con assicurazioni già incluse!

Come procedere?

Basta recarsi sul sito internet di SignorPrestito.it e richiedere un preventivo personalizzato, gratuito e senza impegno. In alternativa potrai recarti presso una delle oltre 52 sedi presenti sul territorio italiano e parlare con un consulente che studierà apposite soluzione per ogni tuo progetto e esigenza.

Uno dei prestiti più veloci sul mercato, la cessione del quinto sta acquisendo sempre più successo anno dopo anno.

Le modalità smart di invio della documentazione necessaria attraverso e-mail, PEC e whatsapp giocano un ruolo importante nella scelta di questa tipologia di tasso di prestito. In un mondo sempre più veloce e connesso anche il prestito si è adattato!



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009