730/2013: che cosa è detraibile e che cosa è deducibile nella dichiarazione dei redditi

Di , scritto il 22 Maggio 2013

software gratisLa differenza tra deducibile e detraibile è trascurabile in qualsiasi altro ambito che non sia quello fiscale – dove invece il significato è estremamente importante. “Dedurre” significa ridurre l’imponibile e si pone proprio in contrapposizione con il verbo “detrarre”, che invece significa ridurre l’imposta già calcolata. Ne consegue che la deduzione è assai più conveniente della detrazione, ma le spese che possono essere dedotte dalla dichiarazione dei redditi sono limitate nel numero (e possono cambiare nel tempo a seconda delle nuove disposizione di legge).

Ecco una sintesi degli oneri detraibili e di quelli deducibili (con una spiegazione di quali sono le condizioni necessarie per beneficiare degli sconti):

Sono deducibili:
* L’adozione di bambini stranieri (il 50% delle spese per espletare la pratica, incluso viaggio e soggiorno)
* I versamenti alle ONLUS (sino al 10% del reddito con un massimo di 70.000 euro) oppure si può optare per una detrazione del 19% su un tetto massimo di 2065,83 euro
* Fondi pensione e piani previdenziali individuali (fino a 5164,57 euro)
* Contributi previdenziali obbligatori e volontari (incluso il riscatto della laurea), deducibili interamente
* Contributi per paesi in via di sviluppo (fino al 2% del reddito complessivo dichiarato)
* Contributi a istituzioni religiose riconosciute (fino a 1032,91 euro)
* Contributi per colf e baby sitter (fino a 1549,37 euro)
* Assegni al coniuge (nei limiti stabiliti dal giudice, è esclusa la quota per i figli)

Sono detraibili:
* Spese per animali domestici (si può detrarre la parte che eccede i 129,11 euro ed entro un tetto di 387,34 euro)
* Spese per asili nido (fino a 632 euro annuali per figlio)
* Spese di locomozione per portatori di handicap (fino a 4000 euro)
* Mutui prima casa (solo se stipulati entro il 1992 e fino a un massimo di 2065,83 euro)
* Polizze vita tradizionali e unit linked, polizze infortuni (fino a un tetto di 1291,14 euro, ma solo se sottoscritte entro il 2000)
* Provvigione pagata ad agenti immobiliari (fino a 1000 euro, solo per acquisto di prima casa)
* Spese funebri (fino a 1549,37 euro per persona deceduta)
* Spese per addetti di assistenza personale (fino a 2100 euro se il reddito complessivo non supera i 40.000 euro)
* Spese per attività sportive dei figli (fino a 210 euro a ragazzo)
* Spese per interventi di risparmio energetico (qui tutti i dettagli)
* Spese per ristrutturazione edilizia (qui tutti i dettagli)
* Spese sanitarie (con franchigia di 129,11 euro)
* Spese sanitarie per portatori di handicap (al 100% senza franchigia)
* Tasse scolastiche (i limiti sono previsti dagli istituti statali)
* I versamenti alle ONLUS (vedi sopra)


1 commento su “730/2013: che cosa è detraibile e che cosa è deducibile nella dichiarazione dei redditi”
  1. […] Le due agevolazioni non si possono sommare: bisogna scegliere se sfruttare la modalità di deduzione dal reddito imponibile oppure la detrazione Irpef del 19% (seguire il link per chiarimenti sulla differenza tra dedurre e detrarre) […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009