Crolla il mito dell’orologio svizzero

Di , scritto il 24 Marzo 2009

swatchLa crisi fa crollare la stabilità di un altro mito, l’orologio svizzero. Secondo quanto riportano i dati dell’industria del settore, infatti, la domanda di orologi della nazione centro-europea avrebbe riscontrato un significativo calo negli ultimi due mesi.

Alla base di questa inversione di tendenza vi sarebbe ovviamente la crisi economica internazionale, che avrebbe cambiato i comportamenti di gran parte dei consumatori privando le società del settore di una buona fetta della domanda di prodotti di lusso.

Il tutto ha provocato una contrazione delle esportazioni di orologi svizzeri pari al 22,4% durante il mese di febbraio 2009 rispetto allo stesso mese del 2008, con ricavi in valori assoluti pari a poco meno di 808 milioni di dollari.

Nel 2008, l’industria degli orologi della Svizzera aveva chiuso l’anno con profitti record pari a 14,9 miliardi di dollari. Non sono ancora note le previsioni ufficiali sull’andamento del settore per il 2009, ma la contrazione dell’intero Prodotto Interno Lordo nazionale non sembra promettere nulla di buono.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009