Addizionali regionali e comunali 2012: quanto ci costeranno?

Di , scritto il 26 Marzo 2012

La primavera 2012 porta con sé i temibili aumenti delle addizionali IRPEF regionali (+ 0,33%), che andranno a colpire ogni tipo di contribuente, eccetto i pensionati con meno di 7000 euro lordi di assegni e i lavoratori con meno di 8000 euro lordi di stipendio. E poi ci sono le eventuali addizionali IRPEF comunali che i comuni hanno la possibilità di variare in un raggio che va dallo 0,135% allo 0,3% massimo a seconda delle necessità dell’amministrazione. Tanto per fare un esempio, una città come Chieti adotterà l’aliquota più bassa, mentre Catanzaro applicherà quella più alta.

Se guadagnate 1200 euro lordi al mese, pagherete 51 euro di IRPEF regionale, che diventano 73 euro per 1700 euro lordi mensili, che salgono ulteriormente a 94 euro per una busta paga di 2200 euro lordi e a 137 euro se il vostro stipendio è di 3200 euro. La formula per il calcolo è questa: stipendio lordo mensile x 13 mensilità x 0,33.

Per quanto riguarda l’addizionale IRPEF comunale, per uno stipendio 1200 euro lordi al mese, in una città in cui l’aliquota stabilità è la più bassa (0,135%), l’esborso sarà di 21 euro; per un’aliquota massima dello 0,3%  salirà a 47 euro.

Per uno stipendio di 1700 euro lordi mensili l’incremento massimo dell’Irpef comunale può andare da un minimo di 30 euro fino a 66 euro annuali in più. Con uno stipendio di 2200 euro lordi mensili l’aggravio minimo dell’addizionale IRPEF comunale è di 39 euro e il massimo di 86 euro. Con 3200 euro lordi si può andare da 56 a 125 euro di maggiorazioni.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009