Il redditometro: che cos’è e dove trovare il software gratuito

Di , scritto il 26 Aprile 2010

Il redditometro è lo strumento, regolato dall’art. 38 comma 4 del D.p.r. 600/73, utilizzato dai verificatori fiscali dell’Amministrazione finanziaria per determinare il reddito attribuibile a una persona fisica. La disponibilità di alcuni beni e servizi, come autoveicoli, residenze, servizi di collaboratori familiari, assicurazioni, imbarcazioni, cavalli e aerei, è indice di ricchezza e di conseguenza di capacità contributiva.

I verificatori fiscali possono procedere a rettificare il reddito dichiarato dal contribuente a condizione che:

  • il reddito complessivo netto presunto (determinato mediante il redditometro) sia superiore per almeno un quarto di quello dichiarato dal contribuente;
  • lo scostamento tra reddito dichiarato e reddito presunto sussista per almeno due anni consecutivi.

Il reddito presunto viene calcolato seguendo una procedura che prevede:

    – una ridotta disponibilità temporale del bene o servizio: in questo caso l’importo va rapportato ai mesi di effettiva disponibilità;
    – una disponibilità del bene in comune con altri soggetti diversi dai familiari a carico: in questo caso l’importo va ridotto della percentuale di partecipazione alle spese da parte dei terzi;
    – l’utilizzo del bene per l’attività di impresa o di lavoro autonomo;
  • la sommatoria degli importi calcolati per ciascun bene o servizio indice di ricchezza considerando il primo importo al 100%, il secondo importo al 60%, il terzo importo al 50%, il quarto importo al 40%, e tutti i successivi importi al 20%. A questo punto la somma ottenuta rappresenta il reddito complessivo netto presunto.
  • l’aggiunta al reddito complessivo netto presunto di un importo pari al 20% degli incrementi patrimoniali (acquisti a titolo oneroso di beni inclusi negli indici di ricchezza e di beni esclusi da tali indici) verificatisi nell’anno oggetto di verifica e nei quattro precedenti.

Il contribuente sottoposto a verifica può dimostrare che il maggior reddito determinato con il redditometro è costituito, in tutto o in parte, da cessioni patrimoniali oppure da redditi esenti, redditi soggetti a ritenuta a titolo d’imposta, redditi soggetti a tassazione separata o da redditi prodotti da altri soggetti del nucleo familiare.

Potete utilizzare gratuitamente il programma REDDITOMETRO sul sito dello Studio Federico Ciaccio. L’utilizzo è gratuito, ma riservato a chi si registra sul sito.

Federico Ciaccio


2 commenti su “Il redditometro: che cos’è e dove trovare il software gratuito”
  1. Alberto ha detto:

    Molto utile per verificare il proprio reddito.

    Grazie Mille

  2. […] Per chi volesse calcolare il proprio reddito c’è uno strumento gratuito molto interessante: il redditometro! […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009