Cessione del quinto: le migliori offerte giugno 2017

Di , scritto il 26 Giugno 2017

Che cos’è la “cessione del quinto”? Diversamente dal comune prestito personale, i pensionati, i lavoratori pubblici o anche i privati possono chiedere questo tipo di prestito che permette di ricevere dei liquidi i quali verranno restituiti alla banca creditrice mediante l’addebito della rata corrispondente ad un tetto massimo pari al quinto del valore dello stipendio netto o della pensione.

La cessione quinto è facile da ottenere, perché è garantita dal prelievo automatico dallo stipendio/pensione e quindi non dipende dai rapporti passati del richiedente nonché dall’obbligo di avere un garante, essendo così un’ottima alternativa per i protestati. Esso può essere concesso ai lavoratori statali o privati a tempo indeterminato e ai pensionati INPS e INPDAP.

La durata del prestito invece dipende, nel caso dei lavoratori dall’ammontare dello stipendio, mentre per i pensionati esclusivamente dalla loro età. Inoltre è un servizio garantito perchè, nel caso di insolvenza volontaria del debitore, la detrazione della rata è garantita dal datore di lavoro di quest’ultimo oppure dall’ente erogante la pensione. Inoltre il rapporto viene sempre tutelato da un’assicurazione sulla vita e sul lavoro.

Naturalmente è ovvio che la natura dell’offerta del prestito con cessione del quinto, varia in base a numerosi fattori, come età, esperienza lavorativa, contratto a tempo indeterminato, sesso, ammontare dello stipendio, reddito medio ecc. Vediamo le varie offerte dei principali istituti bancari per profili non specifici:

Unicredit Banca permette la cessione del quinto ai dipendenti pubblici per un importo massimo erogabile fissato a 72.000 euro con un TAEG di 6,13% calcolato al tasso del 5,5%. Per i dipendenti privati un importo massimo erogabile di 47.000 euro con un TAEG del 9,96% calcolato al tasso del 8,95%.

Mentre per i pensionati convenzionati con l’INPS, fino ai 79 anni, un importo massimo erogabile di 69.000 euro con un TAEG del 8% calcolato al tasso del 7,2%. Privilegiando leggermente, per forza di cose, i dipendenti pubblici. Inoltre le coperture assicurative sono espressamente a carico della Banca.

Findomestic va incontro alle esigenze dei richiedenti con l’offerta di prestito di 13.000 euro restituibili con 120 rate da 144 euro mensili, con TAEG del 6,11% calcolato al tasso del 5,95% per i dipendenti. Per i pensionati invece offre 12.000 euro restituibili sempre in 120 rate da 136 euro mensili, con TAEG del 6,65% calcolato al tasso del 6,46%.

Compass invece non fa distinzioni di somme in base al tipo di lavoratore o pensionato, infatti può garantire la cifra di 75.000 euro rimborsabili a tasso fisso anche per una durata di 10 anni.

Anche Agos si mantiene sulla media, non parla di cifre particolari ma la restituzione delle rate si mantiene sui 120 mesi, e valuta i prestiti anche se ci sono in carico al richiedente altri finanziamenti esterni.

Dunque se volete richiedere la cessione del quinto, non dovete fare altro che recarvi in banca e valutare quale offerta fa meglio al caso vostro, in accordo con le esigenze vostre e della banca scelta.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009