L’industria del riciclo, sempre più fiorente in Italia

Di , scritto il 27 Agosto 2012

Oltre a far bene all’ambiente, la raccolta differenziata fa bene anche all’economia: secondo i dati forniti dal Consorzio Nazionale Imballaggi, l’industria del riciclo (data dalla sommatoria dei settori acciaio, plastica, alluminio, carta, legno, vetro) nel 2011 è cresciuta del 7% rispetto all’anno precedente, raggiungendo un fatturato di ben 9,5 miliardi di euro. Nello stesso arco di tempo il PIL italiano è cresciuto soltanto dello 0,4%.

Il settore della raccolta differenziata è tra i più redditizi della green economy – infatti il suo volume d’affari è più del doppio del comparto eolico e superiore del 60% rispetto al fotovoltaico. Ma non solo, i ricavi dell’industria del riciclo sono rilevanti in un panorama globale, anche confrontati con altre realtà storiche e tradizionali del nostro paese: i 9,5 miliardi di fatturato di cui parlavamo, infatti, costituiscono un sostanziale pareggio con il settore della cosmesi e superano di quasi 1 miliardo di euro quelli del settore tessile.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009