Derivati: che differenza c’è tra future e opzioni

Di , scritto il 31 Maggio 2013

Futures e opzioni rientrano nella categoria degli strumenti finanziari chiamati derivati, che devono il loro nome al fatto che il loro valore “deriva” da altre attività finanziarie (azioni, valute, indici, tassi, obbligazioni, commodities ecc.) chiamate “attività sottostanti”.

Esistono prodotti finanziari derivati quotati in borsa e altri non quotati, anche detti OTC (over-the-counter), più pericolosi perché non monitorati da organi di controllo e venduti/acquistati direttamente tra compratori e venditori. Per prevenire i rischi sistemici che essi potrebbero causare è di recente entrato in vigore il regolamento EMIR. Per tornare ai derivati che invece sono trattati in borsa, i più importanti di essi sono i future e le opzioni. Ecco le principali differenze:

* I future sono dei contratti a termine con cui le parti si obbligano ad acquistare o vendere alla scadenza una certa quantità di attività finanziarie a un prezzo prefissato. Per esempio, se il soggetto A e B entrano in future sul petrolio, decidono il prezzo a cui si scambieranno il petrolio tra (per esempio) un anno e alla scadenza sono obbligati a vendere e acquistare al prezzo inizialmente stabilito.

* Le opzioni sono dei contratti a termine che non implicano un obbligo, ma soltanto la facoltà/il diritto di acquistare o vendere alla scadenza un certo quantitativo dell’attività finanziaria sottostante a un dato prezzo stabilito (prezzo di esercizio) – questo diritto si acquisisce dietro pagamento di un premio che è il prezzo dell’opzione.

Ha diritto di scelta colui che compra l’opzione e che quindi paga il premio. Chi la vende deve rimettersi in toto alle decisioni dell’altro.

La differenza sta dunque nell'”obbligo” opposto alla “facoltà” di comprare o vendere. Inoltre, mentre per entrare nei futures non si paga nulla (a parte i depositi cauzionali), per entrare in un contratto d’opzione si paga un premio.

In un prossimo articolo parleremo della differenza tra opzioni put e call.


2 commenti su “Derivati: che differenza c’è tra future e opzioni”
  1. […] mercato delle opzioni, di cui abbiamo parlato in un precedente articoletto, una differenza fondamentale è quella tra […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009