Svalutare l’euro e portarlo alla pari col dollaro: conviene?

Di , scritto il 03 Dicembre 2012

Gli osservatori economici meno ottimisti danno già per perse le economie più deboli dell’area euro: Grecia, Portogallo, Irlanda. Presto o tardi saranno fuori dalla valuta unica. Per la Spagna e l’Italia la questione è diversa: due stati troppo grandi per fallire, senza trascinare con sé Germania e altri paesi del Nord. Anche la Francia sta iniziando a dare segni di cedimento. Una soluzione per rilanciare lo sviluppo dei tre grandi paesi latini è da cercare in ciò che di solito si fa per salvare un’economia di un paese singolo:
* ridurre le tasse peer rilanciare i consumi (ma questo al momento non è possibile perché i conti degli stati sono troppo disastrati);
* ridurre il costo del capitale per rilanciare gli investimenti (ma i tassi di interesse sono già prossimi allo zero);
* svalutare la moneta per sostenere l’economia. Qui in effetti l’Europa potrebbe fare molto – e tutta insieme. L’euro è troppo forte, dovrebbe essere svalutato e pilotato verso la parità con il dollaro. Questo non porterebbe effetti distorsivi per i commerci all’interno dell’Unione Europea, anzi rafforzerebbe tutto l’export europeo verso gli USA e l’Oriente mentre ridurrebbe le importazioni, con effetti favorevoli sul deficit. La ripresa dell’economia aumenterebbe il gettito fiscale e aiuterebbe le banche centrali. Sarebbe un vero gioco di squadra dei paesi europei, invece del quotidiano gioco al massacro tra nord e sud dell’Europa come ormai siamo tristemente abituati a vedere.

La svalutazione ideale dell’euro sarebbe intorno al 20-25%, che lo porterebbe prossimo alla parità con la moneta americana. Per il momento abbiamo assistito al paradosso per cui la presa di posizione della BCE ha provocato una rivalutazione dell’euro. Quasi sicuramente si tratta solo di un effetto transitorio e la strada per la svalutazione sarà obbligata appena i mercati realizzeranno che occorre un cambio più basso per contenere il disavanzo dei tre grandi paesi europei affacciati sul Mediterraneo. Se così non fosse, sarebbe compito della BCE trovare una maniera per fare scendere il valore dell’euro.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009