Prestiti NoiPa – Quali sono le banche convenzionate?

Di , scritto il 22 Maggio 2019

Il prestito NoiPa rappresenta una peculiare tipologia di finanziamento agevolato e personale, di cui possono beneficiare i dipendenti pubblici. Può essere richiesto direttamente online sull’apposita piattaforma web.

Tra i più importanti prodotti NoiPa troviamo il Piccolo Prestito, che consente a chi sia in possesso dei requisiti di poter richiedere all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (ex gestione INPDAP) l’erogazione di una certa somma di denaro, alla cui restituzione si provvederà mediante trattenuta sullo stipendio. Il tutto può compiersi direttamente on line, senza doversi recare fisicamente presso gli Uffici dell’INPS o dell’Amministrazione presso cui si svolge la propria attività professionale.

Requisiti e caratteristiche del piccolo prestito

Dal punto di vista soggettivo, possono accedere a questo tipo di prestito esclusivamente i dipendenti pubblici, a condizione che abbiano aderito al Fondo della Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (istituito nel 1996 e oggi gestito direttamente dall’INPS) e che siano ancora in servizio. Pertanto, restano esclusi i pensionati ex dipendenti.

Ponendo invece l’attenzione sulla tipologia di prestito, occorre ribadire in primis che si tratta di un prestito personale e che, quindi, non deve essere giustificato da alcuna causale specifica al momento della richiesta (per ulteriore approfondimenti: http://www.calcoloprestito.org). In secondo luogo, è un finanziamento strettamente connesso alla sua durata e all’importo netto percepito dal dipendente pubblico a titolo di stipendio: in altri termini, l’ammontare non è liberamente determinabile, ma determinato entro certi scaglioni di importo.

Ad esempio, se il richiedente si impegna alla restituzione della somma in 26 rate, avrà diritto a percepire un quantum pari a tre mensilità della sua retribuzione. Qualora non vi siano altre trattenute sullo stipendio, fermo restando i medesimi termini di durata del prestito, gli importi di cui poter fruire possono essere raddoppiati.

Tra i molteplici istituti di credito convenzionati vi sono: UniCredit Spa, Fiditalia Spa, Istituto Bancario del Lavoro Spa, Sigla Srl e We Finance Spa.

Procedura di richiesta

Come anticipato, si tratta di una procedura semplice e veloce, da poter avviare comodamente a casa. Sarà sufficiente accedere con le proprie credenziali sulla piattaforma on line NoiPa (inserendo codice fiscale e password), cliccando dapprima sull’icona Piccolo Prestito e dopo su Self-service. A tal punto compariranno i propri dati personali e quelli relativi alla busta paga percepita, così da poter esperire simulazioni di finanziamento in relazione alle proprie necessità. Dal momento della formalizzazione della richiesta da parte del dipendente, trascorrono circa 45/60 giorni per procedere all’accredito, previa verifica della disponibilità della somma sull’apposito fondo stanziato. Nel frattempo, si può accedere alla propria area riservata per poter controllare costantemente lo stato della pratica. Tra l’altro, è bene ricordare che prima della materiale erogazione della somma, il beneficiario in qualsiasi momento può rinunciare alla propria richiesta, cliccando sull’icona Rinuncia Prestito.

Per confrontare diverse soluzioni e scegliere quella più adeguata alle proprie aspettative, è possibile utilizzare degli appositi tool, disponibili online, allo scopo di calcolare il piano di ammortamento del finanziamento e l’ammontare della singola rata.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009