Esaurito l’oro vecchio, gli italiani corrono a vendere l’argento

Di , scritto il 13 Aprile 2012

Negli ultimi due anni vendere l’oro vecchio è stata una delle soluzioni più spicce per fare fronte alle difficoltà finanziarie nelle famiglie italiane. I negozi ‘Compro oro’ sono sorti come funghi, con enormi guadagni per i commercianti, e sono arrivati anche servizi di ritiro oro vecchio a domicilio.

L’ondata ‘dorata’ sta però scemando: ora per riuscire a sbarcare il lunario, i consumatori sono passati a vendere la vecchia argenteria di casa, che viene accettata senza più tante remore negli stessi negozi di acquisto oro vecchio.

Al momento, se per l’oro si ricavano circa 26 euro al grammo per un chilo di argento si possono ricevere circa 300 euro.

A vendere l’argento vecchio sono soprattutto i giovani che fanno fruttare l’eredità dei nonni: per loro non è difficile separarsi da servizi di posate mai utilizzati, vecchi soprammobili o regali di nozze dall’aspetto più o meno barocco – anche perché questi oggetti per brillare richiedono faticose lucidature di cui sarà difficile sentire la mancanza.

L’argento viene quasi sempre comprato a peso e rifuso – non lucidato e rivenduto in altre vetrine come avviene per una parte degli oggetti d’oro.

Per vendere con tranquillità bisogna rivolgersi a venditori che chiedano i documenti e segnare tutto su un registro che andrà in Questura. Ma se non si è proprio con acqua gola, meglio non vendere ora, perché le quotazioni sono destinate a salire in futuro. Al momento l’unico affare vero è vendere le vecchie monete da 500 lire, con ognuna delle quali si possono ricavare 6-7 euro.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009